Coronavirus, De Luca ai comuni: “Revocare vincoli orari e apertura a negozi alimentari”

(nello lauro) Gli orari e i giorni dei negozi degli alimentari al tempo del coronavrius sono diventati un complicato puzzle da comporre e sopratutto da capire per i residenti. In base al paese e in base al sindaco cambiano giorni e orari di chiusura. Dalla chiusure domenicali imposte, alle spese ogni 5 giorni e 7 giorni (Baiano ed Ercolano), agli orari variabili (dalla 17 fino alle 19 Tufino, Cicciano, Nola), ai giorni alterni tra centro e varie frazioni (Roccarainola) e chi addirittura come ad Angri in rigoroso ordine alfabetico. Un districato labirinto che ha confuso ancora di più i già disorientati cittadini. Questa mattina è arrivata a tutte le amministrazioni civiche una nota del presidente della Regione Vincenzo De Luca: “Si invitano i Comuni della Regione e per conoscenza ai prefetti a non introdurre limitazioni agli orari di apertura degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio di alimenti e di altri beni di prima necessità all’interno dei territori di competenza e, ove introdotti, a revocare vincoli o limiti agli orari, al fine di garantire ai cittadini di accedere  con continuità ai servizi essenziali e di evitare assembramenti e file nei pressi e all’interno degli esercizi”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online