Coronavirus, De Luca chiude la Campania: “Quarantena per chi arriva da zona rossa”

Obbligo di isolamento domiciliare per le persone rientrate in Campania dalla zona rossa definita nel decreto del Presidente del Consiglio. Lo prevede un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Dovranno “mantenere lo stato di isolamento fiduciario per 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali”. Ed osservare “il divieto di spostamenti e viaggi”, rimanendo raggiungibili “per ogni eventuale attività di sorveglianza”. Ai concessionari di servizi di trasporto aereo, ferroviario e autostradale “è fatto obbligo di acquisire e mettere a disposizione delle forze dell’ordine e dell’unità di crisi regionale”, dei Comuni e delle Asl “i nominativi dei viaggiatori relativamente alle tratte provenienti da Milano o dalle Province indicate al comma 1 del decreto del Presidente del Consiglio” con destinazione aeroporti e le stazioni ferroviarie, anche dell’Alta Velocità del territorio regionale.

CHIUSE PISCINE E PALESTRE– Nell’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania, è disposta anche “con decorrenza immediata e fino al 3 aprile 2020 la sospensione sul territorio regionale delle seguenti attività: piscine, palestre, centri benessere”. Inoltre “è disposta, con riferimento ai centri di riabilitazione per soggetti disabili, la facoltà di differimento delle terapie, su richiesta del tutore o legale rappresentante, senza che ciò comporti decadenza dal diritto alla prestazione”.

SOSPESI I CONCORSI  – Nel pomeriggio poi è stata anche comunicata ufficialmente dalla Regione Campania la momentanea sospensione delle procedure concorsuali in corso alla Mostra d’Oltremare.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online