Coronavirus in Campania, i contagiati salgono a 63. Stop alle discoteche

L’Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania comunica che nel pomeriggio di oggi sono stati esaminati  in laboratorio, presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno, 45 tamponi: 6 di questi  sono risultati positivi.  Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.
Nella mattinata erano stati esaminati 47 tamponi, di cui 7 positivi. Per questo, nella giornata di oggi si sono registrati 13 tamponi positivi su 92 tamponi analizzati.
In riferimento al decesso di un paziente in provincia di Caserta, il tampone è risultato positivo. Il totale positivi in Campania: 63
STOP ALLE DISCOTECHE – Stop fino al 15 marzo in Campania per le discoteche ed i luoghi di ritrovo dove non sia possibile garantire la distanza interpersonale di un metro con il solo servizio verso i posti a sedere. Lo stabilisce una ordinanza firmata poco fa dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, nell’ambito delle misure di contenimento del coronavirus.
VIETATO SBARCO COMITIVE SULLE ISOLE – Pochi minuti fa è stata pubblicata l’ordinanza a firma del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che vieta lo sbarco ad Ischia, Capri e Procida delle comitive turistiche provenienti da Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e dalle province di Pesaro ed Urbino, Savona, Piacenza. In particolare il provvedimento prevede il divieto di imbarco sulle linee marittime per i gruppi turistici superiori a 6 unità diretti alle isole. Dispone controlli individuali e di rilevazione della temperatura corporea per tutti i passeggeri in partenze per le tre isole che andranno effettuati con l’installazione di 4 punti di controllo (con postazioni fisse o mobili) ai porti di Napoli Beverello e Porta di Massa, Sorrento e Pozzuoli. Le compagnie di navigazione dovranno inoltre provvedere alla sanificazione delle unità navali impiegate sulle rotte per le isole e vigilare sul mantenimento delle distanze minime tra i passeggeri in attesa d’imbarco.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online