Coronavirus in Campania, il venerdì nero: i morti salgono a 31

Venerdì nero per la provincia di Avellino che registra altre due vittime, dopo l’anziano sacerdote di Ariano Irpino, don Antonio Di Stasio, spirato questa mattina a 85 anni. Sono nove i decessi legati al Covid-19 che conta l’Irpinia e un totale di 99 contagi. Oltre a don Antonio Di Stasio, sono venuti a mancare un 89enne originario di Montecalvo Irpino e ospite di una casa di riposo per anziani di Flumeri. Era ricoverato al Moscati di Avellino. All’ospedale Frangipane di Ariano Irpino è morto, invece, un 84enne di Bonito.  Con la scomparsa dei due anziani sale dunque a 31 il totale dei morti per Coronavirus in Campania. Oggi tre vittime nell’Avellinese con don Antonio Di Stasio, il sacerdote di Ariano Irpino. Scomparsi anche Raffaele Bifulco, il prof di San Valentino Torio che insegnava all’Istituto comprensivo D’Assisi-Don Bosco di Torre del Greco e Francesco Rea, operaio di 55 anni di Pomigliano che lavorava per Neogea, ditta subfornitrice di aziende impegnate nel settore rifiuti a San Vitaliano. (il mattino.it)

Print Friendly, PDF & Email