Coronavirus, 25 contagiati tra personale e pazienti all’ospedale di Pozzuoli

Sono 23 le unità appartenenti al personale sanitario e 2 i pazienti dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli risultati positivi dopo i contagi innescati da una paziente ricoverata nel reparto di Medicina del nosocomio puteolano e risultata positiva al coronavirus a seguito di un tampone effettuato dopo il trasferimento in un altro ospedale. I dati sono “in continua evoluzione”, si legge in una nota congiunta dei 4 sindaci dei comuni dei Campi Flegrei, Pozzuoli (Vincenzo Figliolia), Bacoli (Josi Gerardo Della Ragione), Quarto (Antonio Sabino) e Monte di Procida (Giuseppe Pugliese), nella quale si dà conto della videoconferenza tenuta con la Direzione generale della Asl Napoli 2 Nord e la Direzione sanitaria dell’ospedale. Accesso vietato a familiari dei pazienti e persone non autorizzate, stop temporaneo ai ricoveri e al trasferimento da 118 per consentire la sanificazione radicale dell’ospedale a partire dai reparti di Medicina e Chirurgia, tamponi per tutti gli operatori e i pazienti dell’ospedale, garanzia della fornitura di dispositivi di protezione individuale per tutti gli operatori sanitari e tavolo permanente per scambiarsi informazioni e dati in modo costante e trasparente. Sono queste le prime richieste dei sindaci flegrei fatte alla direzione generale dell’Asl Napoli 2 Nord e dell’ospedale di Pozzuoli nel corso di una videoconferenza. Richieste accolte dai vertici sanitari dell’Asl e del nosocomio che si sono attivati ad horas per mettere in pratica le misure concordate in seguito all’isolamento del reparto di Medicina, dove ad oggi sono risultati positivi al covid 23 unità appartenenti al personale sanitario e due pazienti (dati in continua evoluzione), dopo i contagi innescati da una paziente ricoverata nel reparto nei giorni precedenti. (ansa)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online