Coronavirus, La Lega sui buoni spesa a Cicciano: “Criteri errati, esclusi molti cittadini”

CICCIANO – Anche la Lega interviene sui criteri del Comune per i buoni spesa stanziati dal Governo per l’emergenza coronavirus. A parlare il delegato Umberto De Luca:  “Sono passati ormai 5 giorni, per stabilire seri e trasparenti criteri per la distribuzione dei buoni spesa, l’Anci sin dall’approvazione del decreto aveva la modulistica pronta all’uso e a Cicciano come al solito è stata stravolta complicando e confondendo il cittadino con un’informazione fuorviante soprattutto per quanto concerne il limite posto dei 300 euro, una “genialata” che solo loro potevano pensare, perché di fatto si è esclusa quasi l’intera platea degli aventi diritto e non si conoscono quali sono stati i criteri di priorità determinati”. “Siamo convinti – aggiunge De Luca – che, al di la delle associazioni e delle parrocchie che stanno svolgendo un ruolo determinante e a cui va il nostro plauso, è un processo che va governato dalla politica nella massima condivisione e trasparenza: andava subito istituito un tavolo permanente con le opposizioni e con i rappresentanti dei partiti in modo che insieme si potesse individuare un percorso condiviso e trasparente che puntasse a dare vero sostegno alle fasce più deboli”. “Oggi, rispetto a chi ha già un sostegno che comunque avrà una scadenza, la crisi morde soprattutto chi lavorava alla giornata e l’ultimo stipendio risale a febbraio: noi proponiamo per l’individuazione di questi nuclei familiari la convocazione dei commercianti che sono chiusi per conoscere se gli eventuali dipendenti hanno bisogno. Stesso discorso vale per le imprese edili e gli artigiani in modo da avere già un quadro che sfugge in questo momento ai servizi sociali, sapere i chi percepisce  il reddito di pensione minima che con le bollette arrivate in questo momento deve magari scegliere tra pagare e/o mangiare. Poi le associazioni fanno la loro parte segnalando altri casi che possono sfuggire” dice ancora il leghista. “Tutto questo non è stato fatto, quando serviva umiltà si è fatto di peggio con informazioni fuorvianti ed un protagonismo fuori luogo in un momento drammatico come questo. Noi siamo fiduciosi che tutto può essere migliorato e restiamo disponibili a dare qualsiasi apporto venga richiesto”.

critericiccianocomune (clicca e apri l’avviso del Comune di Cicciano)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online