Coronavirus, non ci sono più zone rosse in Campania: Saviano è “libera”

SAVIANO – Da oggi non ci sono più zone rosse in Campania. A mezzanotte ha terminato i suoi effetti il provvedimento del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che per sei giorni, aveva blindato Saviano dopo gli assembramenti verificatisi in occasione del funerale del sindaco, Carmine Sommese, ucciso dal coronavirus. Vicenda sulla quale la Procura di Nola ha aperto un’indagine mentre i carabinieri hanno notificato 54 sanzioni amministrative ad altrettante persone individuate tra i presenti in occasione del tragitto del feretro presso l’ospedale di Nola (alla presenza si un consigliere regionale , due sindaci e personale sanitario) e il Comune di Saviano (alla presenza del vicesindaco, altri amministratori e circa 200 persone). Feretro che come prima tappa si era fermato a Baiano a Villa Maria, clinica dove era socio di maggioranza e medico lo stesso Sommese, dove veniva “salutato” dal presidente della provincia e da altri 4 sindaci del Mandamento (tutti multati) e altri cittadini, una circostanza  per quale anche la Procura di Avellino ha aperto un’inchiesta per epidemia colposa. Sono tuttora in corso attività per l’identificazione di altri partecipanti agli assembramenti. In precedenza erano man mano state ‘liberate’ le altre zone precedentemente dichiarate “rosse” (Vallo di Diano, Lauro, Paolisi). L’ultima in ordine di tempo Ariano Irpino dove si era verificato un numero record di contagi, il più alto del Sud in proporzione alla popolazione.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online