Morte Carmine Sommese, il prefetto di Napoli: “Accadute cose molto gravi”

Il prefetto di Napoli Marco Valentini

Il caso Saviano è scoppiato in tutta la sua potenza. Anche il prefetto di Napoli Mario Valentini è contrariato da quanto successo questa mattina a Saviano per l’ultimo saluto al sindaco Carmine Sommese. “Si informa che, in relazione alla diffusione in data odierna, attraverso il web, di vari video che testimoniano essere avvenute nel Comune di Saviano, nella mattinata, numerose e reiterate violazioni delle disposizioni vigenti per il contenimento della diffusione del virus covid-19 – salvo l’ulteriore emergere di profili di rilevanza penale – il prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha inviato al vice sindaco Carmine Addeo una nota per stigmatizzare fermamente l’accaduto”. “Il prefetto di Napoli ha ricordato – si legge – che le norme vigenti, da ultimo contenute nel Dpcm del 10 aprile scorso, vietano, tra l’altro, ogni forma di assembramento, sospendono le manifestazioni organizzate di qualsiasi natura, nonché le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri”. “Viceversa, come appare dalle immagini e come confermato dalla locale stazione dell’Arma dei Carabinieri, si è verificata una commemorazione organizzata dello scomparso sindaco Sommese, alla presenza di appartenenti alla polizia municipale e di volontari di protezione civile, con la predisposizione di transenne e altri dispositivi per il contenimento delle persone, in un contesto di inammissibile affollamento nella pubblica strada”. continua ancora la nota “Il prefetto ha riferito di considerare molto grave l’accaduto, avuto particolare riguardo alla circostanza della presenza del vice sindaco con la fascia tricolore, mentre, in un frangente così eccezionale come quello dell’epidemia in atto, migliaia di cittadini italiani, in queste settimane, non hanno potuto celebrare i funerali dei propri cari per non generare, in ottemperanza alle disposizioni vigenti, una situazione di pericolo per la salute pubblica”. “Il prefetto di Napoli si è riservato di valutare quanto accaduto alla luce delle normative vigenti mentre il locale comando dei carabinieri sta procedendo agli adempimenti di propria competenza” si conclude la nota.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online