Saviano, residenti contro installazione antenna 5G: non vogliamo essere cavie

SAVIANO – Timori per la propria salute delle persone residenti nella Traversa Sena per l’imminente installazione di un’antenna per telefonia mobile 5G su un fondo agricolo di proprietà privata.  Oltre all’accesso agli atti della Regione, del  Comune, dell’Arpac dell’Asl Napoli Sud 3, inoltrato un esposto alla Procura della Repubblica di Nola e richiesta al vice sindaco Carmine Addeo ed all’assessore all’Ecologia Luigi Cappella  la convocazione di una conferenza di Servizi con tutti gli attori pubblici coinvolti. In programma nei prossimi giorni incontri con Legambiente e con Codacons.  “Non vogliamo essere cavie del 5G –   hanno detto alcuni interpellati –  rivendichiamo il diritto alla salute ed il principio di preventiva cautela in un territorio notoriamente colpito dalle polveri sottili e dai roghi illegali. Invitiamo – hanno proseguito –  il sindaco ed in particolare l’assessore Cappella, pure per le sue competenze professionali, a sospendere ogni iniziativa lesiva dei nostri interessi fino alla conclusione dei dovuti accertamenti sanitari ed ambientaliSollecitiamo – hanno concluso – l’intervento a nostro sostegno dell’Isde Medici per l’Ambiente della Sezione di Nola, che fu determinante in passato a Saviano per lo spostamento dell’antenna dell’edificio scolastico Principessa Maria di Piemonte di Via Roma”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online