Cameretta per ragazzi: quali sono gli elementi da valutare nel loro arredamento?

Nella vita di un genitore, uno dei momenti più belli è costituito dalla creazione della camera da letto del proprio figlio. Un’operazione che solo chi non ha ancora compiuto questo passo può ritenere semplice e superflua. E che, invece, richiede grande attenzione e lungimiranza: chi sottovaluta questa operazione si ritrova, spesso, a recitare il “mea culpa”, complice la scelta di un arredamento poco consono alla stanza dove viene collocato.

Quando si decide di arredare la stanza da letto del proprio figlio, è indispensabile tenere in considerazione una serie molteplice di aspetti. Innanzitutto, è opportuno affidarsi ad operatori seri e qualificati, che siano dei veri esperti dell’arredamento delle camerette per ragazzi, suggerendo ai genitori quali siano le migliori soluzioni in base al proprio gusto personale ed il budget di spesa prefissato.

Vivibilità: tema centrale per qualsiasi cameretta

L’altro aspetto essenziale, poi, è insito nel valutare le esigenze dei figli. A patto che non si voglia procedere al cambio dell’arredamento con cadenza quinquennale, bisogna tenere in considerazione che le necessità di bambini e ragazzi variano sensibilmente col passare del tempo: quando si procede all’acquisto del mobilio, quindi, bisogna procedere con avvedutezza, privilegiando una soluzione che sia duratura e funzionale nel tempo.

Il tutto, per quanto ovvio, senza tralasciare il cosiddetto fattore “spazio”. La cameretta sarà il luogo dove il figlio trascorrerà la maggior parte del proprio tempo e compirà la maggior parte delle attività all’interno della casa. È opportuno, di conseguenza, trovare un arredamento che non vada a compromettere la vivibilità complessiva della stanza.

La scelta di un arredamento composto da materiale solido e di qualità, quindi, è di vitale importanza. E a renderlo ancora più indispensabile è un altro aspetto. I bambini, infatti, raramente maneggiano con delicatezza gli oggetti: affidarsi a materiale di bassa qualità, di conseguenza, rischia di risultare dannoso per il bambino stesso, mettendone a repentaglio la sua sicurezza.

Nella scelta dell’arredamento, un ruolo cruciale lo svolge anche l’età anagrafica del figlio. È innegabile, infatti, che le esigenze di un bambino di 4 o 5 anni non siano le medesime di uno di 15 o 16: nel primo caso è opportuno optare per un arredamento di qualità, privo di spigoli e bordi taglienti, mentre nella seconda ipotesi è meglio privilegiare una soluzione elegante e alla moda.

Quali sono gli elementi essenziali di una cameretta?

Quando si procede ad arredare la cameretta di un ragazzo, alcuni elementi sono da ritenersi assolutamente essenziali ed indispensabili: letto, scrivania e armadio guardaroba. Questi tre componenti d’arredo incidono, profondamente, su un aspetto, che abbiamo citato poc’anzi, di vitale importanza: la vivibilità della stanza. È opportuno acquistarne di dimensioni adatte a quest’ultima, per renderla godibile ed adeguata alle esigenze del bambino o ragazzo.

È estremamente importante, inoltre, tenere in considerazione quanto la presenza dei mobili possa andare ad intaccare la luminosità della stanza. L’illuminazione, naturale o artificiale che sia, è un aspetto di prioritaria importanza in qualsiasi luogo della casa. Lo è a maggior ragione per quanto concerne la cameretta, il luogo dove il ragazzo trascorre gran parte del proprio tempo all’interno delle mura domestiche.

La scrivania, ad esempio, sarebbe opportuno posizionarla nei pressi della fonte di luce naturale, per far sì che la stessa giunga frontalmente o dal lato opposto rispetto a quella della scrittura. Il motivo è abbastanza semplice da dedurre: posizionandola in questo modo, il ragazzo evita di farsi ombra da solo quando scrive e non affatica eccessivamente la vista.

Per quanto concerne la luce artificiale, invece, è indispensabile che sia presente un punto luce centrale, da integrare, indispensabilmente, con una lampada da scrivania ed una vicina al letto. In base, poi, alle prese di corrente e agli interruttori esistenti, si possono aggiungere altre fonti di luce, rendendo maggiormente calda ed accogliente la camera da letto.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online