Cicciano, la “crosta terrestre” del liceo Medi al concorso delle “sfere d’artista”

Una storia di buona scuola e sensibilità umana dal liceo “Enrico Medi” di Cicciano.  Il nuovo dirigente scolastico Anna Iossa  insieme ai docenti di sostegno hanno attivato un laboratorio inclusivo di creatività chiamato Mani cre_abili . In questo momento di emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, in cui è importante rimanere a casa e l’unica didattica possibile è la didattica a distanza grazie all’operosità di alcuni alunni,  il liceo Medi partecipa al concorso “Le sfere dell’artista”  indetto dalla Proloco di Roccarainola. L’invito rivolto agli artisti  richiede la creazione di una sfera natalizia e gli alunni del Medi attualmente impegnati nel laboratorio delle diverse abilità hanno  pensato ad una sfera di Natale inclusiva  che  vuole rappresentare e rievocare la crosta terrestre. Nell’immaginario dei piccoli artisti che si sono cimentati in questo lavoro, la crosta terrestre è intesa come un  continuo divenire capace, nonostante i mutamenti e gli eventi traumatici che subisce,  di ritrovare e comporre in sé un sempre e nuovo equilibrio di risorse materiali e spirituali. “In questi giorni di buio per l’incalzare della pandemia nonostante l’avvicinarsi del Natale, la sfera proposta dai piccoli artisti vuole essere di augurio per  dare speranza ad un mondo migliore” dicono gli organizzatori.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online