Acerra, cardellini usati come esche e richiami illegali: denunciato bracconiere

ACERRA (Nello Lauro -Il Mattino.it) – Rete metallica, richiami elettromagnetici e cardellini usati come esche. Un impianto di uccellagione strutturato e utilizzato in maniera clandestina da un bracconiere è stato scoperto e sequestrato ad Acerra. L’operazione è stata effettuata dai carabinieri forestali di Marigliano, diretti dal maresciallo Alessandro Cavallo, insieme alle Guardie Venatorie della Lipu, coordinate da Giuseppe Salzano. Gli investigatori hanno circondato l’area di caccia e bloccato il predatore di frodo: e il 65enne di Acerra non ha potuto opporre resistenza. L’impianto è stato totalmente smontato e tutti i componenti sequestrati insieme a due cardellini adoperati come “zimbelli”. I militari hanno eseguito la perquisizione domiciliare all’esito della quale hanno rinvenuto e sequestrato altri quattro cardellini. L’uomo è stato denunciato per il reato di “maltrattamento agli animali” e per avere esercitato l’uccellagione in violazione alla legge 157 e i sei cardellini sono stati tutti liberati.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online