Sarno, volpe ferita e in fin di vita: curata e rimessa in libertà dai carabinieri forestali

I militari della stazione carabinieri Forestale di Sarno hanno provveduto alla liberazione in natura di un esemplare di volpe comune “Vulpes vulpes” . I fatti risalivano a metà del mense di febbraio scorso, giorno in cui nei pressi della Chiesa di San Giacomo Maggiore Apostolo è stata ritrovata una volpe in fin di vita. L’animale era stato brutalmente colpito alla testa ed era in condizioni molto gravi. Chiamati i veterinari dell’Asl Sa1 gli operatori riscontravano un forte trauma cranico all’animale dovuto al brutale pestaggio al quale era stato sottoposto e decidevano l’immediato trasporto presso il Pov Asl Napoli 1. Sottoposta a tutte le cure del caso, la volpe, grazie al pronto intervento dei soccorritori, si è ristabilita in breve tempo e così nei giorni scorsi si è deciso di rilasciare l’animale in libertà. I militari della stazione di Sarno, dopo aver individuato il sito più idoneo per il rilascio nell’habitat naturale dell’animale, unitamente al personale Asl, Criuv e Cras  ed alla presenza di don Alessandro Cirillo della chiesa di San Giacomo Maggiore Apostolo, hanno liberato la volpe nei pressi della località “Cappelle di Siano”. Non appena si è aperta la gabbia la volpe è immediatamente corsa verso la libertà, non prima di voltarsi indietro per dare un ultimo sguardo ai suoi benefattori.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online