Camorra, racket e droga: clan Fabbrocino in affari con le ‘ndrine, 26 arresti

Blitz anticamorra dei carabinieri di Napoli che, coordinati dalla Dda, hanno notificato 26 provvedimenti cautelari ad altrettante presone, ritenute appartenenti a due organizzazioni criminali che si occupavano di estorsioni e traffico di stupefacenti (acquistando droga anche dalla ‘ndrangheta) tra Poggiomarino e i comuni comuni limitrofi. I militari dell’arma hanno anche sequestrato beni per circa 50 milioni di euro. I carabinieri hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip, nelle province di Napoli, Salerno, Imperia, Cosenza, Ancona e Reggio Emilia. L’indagine riguarda due distinte organizzazioni criminali: al clan Fabbrocino, storicamente presente a Poggiomarino e nei zone limitrofe, si è aggiunta e contrapposta un’altra entità malavitosa. Le indagini hanno consentito di fare luce su una serie di estorsioni e di intimidazioni, con colpi d’arma da fuoco, ma soprattutto su un traffico di stupefacenti, con approvvigionamenti anche attraverso le ‘ndrine calabresi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online