Coronavirus, Finanza sequestra 143 mila mascherine cinesi nel Napoletano

Circa 143 mila mascherine ed altri dispositivi di sicurezza contraffatti e non certificati, di fabbricazione cinese, sono stati sequestrati tra Napoli e provincia dalla Guardia di Finanza nell’operazione denominate “Safe Mask”. In due empori cinesi nella zona orientale di Napoli sono stati sequestrate oltre 100 mila mascherine. di tipo chirurgico, visiere, termometri e saturimetri, Guanti in lattice sono stati sequestrati a San Giorgio a Cremano, ed Ercolano, in negozi di casalinghi gestiti da immigrati cinesi e nello studio di un grafico; a Marigliano, Acerra, Torre del Greco e Forio d’ Ischia. Qui sono state trovate 5.600 mascherine con falso marchio di conformità CE Tra Castellammare di Stabia, Pompei, Giugliano e Villaricca sono state sequestrate, in quattro negozi gestiti da cittadini di origine cinese, 12.200 tra mascherine monouso e visiere con indicazioni esclusivamente in lingua cinese e falso marchio CE. Sette persone di nazionalità italiana e cinese sono state denunciate per ricettazione e commercio di prodotti falsi, Altre sette sono state segnalate alla Camera di Commercio per violazioni di carattere amministrativo.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online