Coronavirus, medici assenti sulle ambulanze dell’Asl Na3 Sud: lo sfogo

Una lettera dura, uno sfogo amaro. In un giorno non comune come quello della Santa Pasqua. E’ quella di un operatore (volontario) sanitario dell’Asl Na3 che ha voluto descrivere in maniera nuda e cruda quanto sta succedendo oggi sui mezzi di emergenza dell’azienda sanitaria locale che copre i comuni dell’area nolana e vesuviana. Su 19 postazioni previste sono presenti oggi, secondo le indiscrezioni, appena 2 medici. Una situazione davvero complicata in un periodo come quello di questa lunga pandemia da coronavirus. (nl)

Il testo integrale della missiva:

“Ho sempre pensato che il mio lavoro ha un senso se fatto con il cuore, considerando che fare il volontario è una cosa stupenda, metterti a disposizione di chi ha bisogno ed aiutarlo è gratificante, noi volontari abbiamo scelto tutto ciò lavorando e lasciando le nostre famiglie nei giorni festivi, la notte, mentre i medici del 118 della Na3sud con regolare stipendio, e definiti eroi nella pandemia, nelle festività non vengono a lavoro lasciando il 118 senza medici, che in questo momento di pandemia sono indispensabili. Premetto che la Na3sud per il 70% è formata da volontari, autista soccorritore e infermiere, che oggi nella giornata di Pasqua sono presenti perché hanno preso un impegno morale anche non avendo nessun obbligo con l’Asl. Detto ciò è vergognoso che oggi su tutta la Na3sud tutte le ambulanze del 118 siano sprovviste di medici, è inaccettabile che chi gestisce questi dottori consenta di fare ciò”. (lettera firmata)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online