Torre Annunziata, ucciso per un posto auto: era intervenuto per difendere la figlia

Un uomo di 61 anni, Maurizio Cerrato è stato aggredito e ucciso a colpi di cric e un coltellata al torace probabilmente dopo una lite per futili motivi legati ad un parcheggio. Il fatto è avvenuto lunedì sera in via IV Novembre, a Torre Annunziata. I carabinieri hanno acquisito le immagini dei sistemi di videosorveglianza. Indagini in corso per chiarire la dinamica del fatto e rintracciare l’omicida. Secondo alcune ricostruzioni  la vittima è stata prima colpita con un cric e poi pugnalata a morte. Maurizio Cerrato avrebbe difeso la figlia durante una lite relativa al parcheggio in un garage. Inutile la corsa all’ospedale San Leonardo di Catellammare. I carabinieri sono a caccia dell’assassino che si è dato alla fuga subito dopo l’aggressione. La figlia su Facebook ha dato anche una sua versione: “Ci tengo a precisare che non è corretto dire che mio padre è morto in una lite, a mio padre è stato fatto un agguato in piena regola, solo per difendere me, che ero la luce dei suoi occhi. Mio padre è stato pugnalato e con questa gente non aveva mai avuto a che fare”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online