Possiede uccelli di specie protetta nel Parco del Vesuvio: sequestro e denuncia

Procedono senza soluzione di continuità le segnalazioni e i sequestri di specie protette in provincia di Napoli. L’ultima operazione, in ordine di tempo, è avvenuta a Somma Vesuviana, in pieno parco nazionale del Vesuvio. I carabinieri del raggruppamento Parchi della stazione di Ottaviano e le guardie venatorie della Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) guidate da Giuseppe Salzano, hanno ascoltato in maniera evidente il canto dei cardellini provenire dall’interno di un fabbricato e così è scattato il controllo. E’ stato scoperto che un 63enne possedeva 9 nove cardellini, un lucherino ed un tordo bottaccio. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica a piede libero per i reati di detenzione di animali protetti, gli undici uccelli sono stati sequestrati e ricoverati all’ospedale veterinario dell’Asl Na 1 per le cure necessarie per poi essere rimessi in libertà nella natura. “La nostra guerra ha ampliato il terreno di battaglia, non solo in campagna a caccia di uccellatori o in strada alla ricerca dei venditori di fauna protetta – afferma Fabio Procaccini, delegato della Lipu di Napoli. “I cardellini appartengono ad una specie protetta e quindi, secondo la normativa in vigore, non si possono detenere se non si dimostra la legittima provenienza: la battaglia la combattiamo e la vinciamo fin dentro casa del nemico”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online