“Se fossi sindaco”, Donnarumma chiede “aiuto” ai giovani di Palma Campania

PALMA CAMPANIA – Pianificazione urbanistica, ecologia, valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico. A Palma Campania, il sindaco Nello Donnarumma chiama a raccolta i più giovani e indice un avviso pubblico per farsi  affiancare, per qualche giorno, alla guida della città.

Nasce così “Se fossi sindaco”, un processo di condivisione della macchina comunale e delle potenzialità da sfruttare per il rilancio del territorio rivolto ai giovani palmesi dai 16 ai 25 anni. La volontà è quella di consentire alle nuove generazioni la conoscenza del funzionamento dell’ apparato comunale e di parteciparvi attivamente. Attraverso l’affiancamento al sindaco, in due giornate di lavoro, i giovani avranno un’occasione per conoscere la realtà istituzionale e amministrativa, i suoi interpreti e le attività svolte da uffici e impiegati per rispondere ai bisogni del territorio. Con “se fossi sindaco”, i giovani di Palma Campania potranno vivere un’esperienza a stretto contatto con il primo cittadino nella sua duplice veste di guida della struttura amministrativa e istituzionale e conoscere la dinamiche politiche che portano alle scelte per il governo di una città. L’evento si terrà il 18 e il 19 giugno. La prima giornata (venerdì 18) sarà dedicata ad una serie di visite nei punti più importanti e significativi del territorio di Palma Campania, mentre la seconda (19 giugno) prevede un approfondimento e un confronto negli uffici del Municipio, per meglio conoscere il funzionamento degli organi comunali e la finanza locale. L’avviso completo, con il programma delle due giornate e il modulo per iscriversi, può essere consultato sul sito internet del Comune, oltre che sui canali social dell’ente.

“Si tratta di un modo per avvicinare i giovani alla politica. Cerchiamo  idee dalle nuove generazioni, nuovi slanci e spunti per migliorare la vivibilità e favorire anche una crescita intergenerazionale. È necessario essere vicini ai nostri giovani,  coinvolgerli nei processi decisionali attraverso una fruizione partecipata della macchina comunale, anche facendogli capire le difficoltà che siamo costretti ad affrontare ogni giorno”, spiega il sindaco Nello Donnarumma.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online