fiori balcone

Come scegliere le fioriere per il balcone

Chi ha un balcone, sa bene che curarne l’estetica è fondamentale. Sono diverse le strade da seguire per arrivare ad apprezzare un balcone mozzafiato e una di queste consiste nel concentrarsi sulla scelta delle fioriere. Se si ha la passione per le piante, si è perfettamente consapevoli del ruolo basilare di questo elemento che, se ben selezionato, non può che rendere ancora più evidente la bellezza della pianta.

Se ti stai chiedendo quali siano i consigli per fare la scelta migliore possibile, nelle prossime righe potrai trovare alcune dritte che abbiamo selezionato per te.

Attenzione alla tipologia di pianta

Il primo criterio da prendere in considerazione quando si punta a scegliere la fioriera perfetta per il balcone prevede il fatto di riflettere sulla tipologia di pianta. Se si ha a che fare con semplici fiori come i gerani, va benissimo un modello da agganciare alla ringhiera. Un materiale oggi molto popolare è la resina, apprezzata per la sua sostenibilità.

Nei casi in cui si ha intenzione di mettere in primo piano un tocco Shabby Chic, la scelta va nelle fioriere in ferro battuto.

Molto amate sono anche le piante rampicanti. In questo caso, se si ha intenzione di valorizzarle al massimo, è il caso di orientarsi verso le fioriere con spalliera. Cosa sono di preciso? Modelli caratterizzate dalla presenza di un contenitore dove si versa la terra e si piantano i semi e da una superficie verticale sulla quale le piante sono destinate ad arrampicarsi.

Cosa dire, invece, delle fioriere a muro? Anch’esse molto popolari al giorno d’oggi, sono particolarmente adatte nei casi in cui si punta a creare un piccolo orto urbano (no, non è necessario avere un terrazzo ampio per crearne uno).

Il motivo principale del loro successo riguarda la comodità. Essendo appese al muro, si è infatti agevolati nelle situazioni in cui, per esempio, si sta cucinando e si ha bisogno di utilizzare una particolare pianta aromatica, per esempio il rosmarino.

Fioriere vs vasi: cosa scegliere?

Come sicuramente sai, le fioriere non sono l’unica alternativa per valorizzare le piante che si hanno sul balcone. Degni di nota sono anche i vasi. Cosa è meglio scegliere per il proprio balcone? Ecco alcuni aspetti da tenere in considerazione:

  • Le fioriere resistono maggiormente agli agenti atmosferici;
  • Sono progettate per supportare pesi anche non indifferenti;
  • Permettono, con una spesa contenuta, di “riempire” quegli angoli di balcone che appaiono un po’ spogli (in alcuni casi, basta un singolo vaso per dare una svolta alla situazione).

I vasi, invece, sono meno funzionali nei casi in cui si ha intenzione di rendere l’insieme più scenografico e possono non essere il massimo quando si tratta di reggere carichi ponderali importanti.

Altri consigli

Presupponendo che tu abbia intenzione, nel tuo spazio outdoor, di dare spazio alle fioriere, i consigli a cui devi fare attenzione non finiscono certo qui. Una parentesi molto importante da aprire riguarda l’armonia stilistica con gli eventuali altri elementi presenti sul balcone. Immaginando, per esempio, la scelta di realizzare una piccola area relax caratterizzata da tavolino, tappeto – accessorio meraviglioso e sempre più presente sui balconi e sui terrazzi – e un paio di sedie, è il caso di scegliere queste ultime e il primo in ferro battuto se la fioriera e del medesimo materiale. Se possibile, è il caso di orientarsi verso tre elementi contraddistinti dal medesimo disegno.

In tutti i frangenti, è basilare concentrarsi sulle dimensioni. La fioriera, infatti, deve essere perfetta per il vaso. Se ci si accorge che è troppo ampia, non bisogna pensare “Va bene così, quello che conta è che ci stia”. Il rischio, con questo approccio, è che in caso di vento forte il vaso possa sbattere, con conseguenze poco piacevoli per le piante. Inoltre, è bene optare per soluzioni con ganci regolabili, in grado quindi di adattarsi a diverse tipologie di ringhiera.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online