Coronavirur a Nola, drive in per tamponi deserto: disagi e proteste

NOLA (Nello Lauro) – “Siamo stati in attesa per circa tre ore al drive in per i tamponi in allestito dall’Asl Na 3 Sud nel parcheggio del Vulcano Buono”. Un’attesa vana, visto che non c’era nessuno fino alle 17″. E’ quanto denuncia un cittadino convocato oggi pomeriggio, 17 gennaio, per un tampone dalla stessa azienda sanitaria locale. “Abbiamo chiamato tutti: i carabinieri (arrivati sul posto), il sindaco di Nola, la stessa Asl. I militari hanno detto – continua a raccontare – che la denuncia di tutto questo va fatta in caserma, il sindaco di Nola Gaetano Minieri è rimasto sorpreso da questa “novità” e ci ha invitato a contattare l’azienda sanitaria che però non ha risposto alle nostre ripetute chiamate”. Una decina di autovetture con i passeggeri (con convocazione tra le 15 e le 18)  che non hanno potuto ricevere assistenza nel pomeriggio  (il servizio è stato effettuato regolarmente in mattinata e fino a pochi minuti intorno alle 14): “Abbiamo deciso di andare via, nessuno ci ha avvisato, non sappiamo cosa è successo ed è assurdo che persone potenzialmente positive possano essere lasciate in balia degli eventi. Siamo una famiglia di sei persone e siamo stanchi di questa situazione, io ho bisogno di lavorare e a questo punto dovrà rivolgermi a laboratori a pagamento per risolvere il problema”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online