Torre del Greco, bimbo annegato: mamma arrestata per omicidio volontario

Il luogo dove è stato rinvenuto il corpo del bambino (foto Ansa)

TORRE DEL GRECO – È stata fermata con l’accusa di omicidio volontario la mamma del bambino di due anni e mezzo morto annegato questa notte a Torre del Greco. La donna è stata ascoltata a lungo dai carabinieri nella caserma di viale Carlo Alberto Della Chiesa, dove è stato ascoltato anche il marito. La coppia, oltre al bambino di due anni e mezzo, ha anche un’altra figlia di sette anni. Le indagini sono state condotte dai carabinieri della sezione Operativa della compagnia di Torre del Greco e coordinate da Procura della Repubblica di Torre Annunziata diretta da Nunzio Fragliasso. La donna, nella serata del 2 gennaio, è stata ritrovata in mare, sul litorale torrese, con il bambino tra le braccia. Il marito ne aveva segnalato alle forze dell’ordine l’allontanamento da casa, unitamente al figlio, intorno alle 21 della stessa sera. Nonostante i tentativi di soccorso e rianimazione il bambino è stato dichiarato deceduto per annegamento. La donna è stata condotta nella caserma dei carabinieri  dove è stata interrogata, alla presenza del difensore di fiducia, dal pubblico ministero della Procura di Torre Annunziata, il quale, al termine dell’interrogatorio, ha emesso un decreto di fermo nei suoi confronti. Sono tuttora in corso le indagini per accertare compiutamente i motivi dell’omicidio, ma, allo stato, sulla scorta delle prime acquisizioni investigative, il gesto della donna sarebbe riconducibile  al fatto che la stessa credeva che il figlio fosse affetto da problemi di ritardo mentale, nonostante non vi fosse alcuna conferma in tal senso dal punto di vista sanitario. L’indagata, dopo le formalità di rito, verrà associata alla casa circondariale femminile di Pozzuoli. Sul luogo della morte una croce in legno per salutare il piccolo annegato ieri sera a Torre del Greco. A porla nella porzione di spiaggia di località  La Scala dove è stato recuperato privo di vita il corpo del piccolo una mano ignota, che ha realizzato la croce in modo artigianale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online