Carne, uova e casatielli non tracciati: multa e sequestro a Comiziano

COMIZIANO – Trenta chili di carni rosse, uova e prodotti da forno senza alcuna indicazione sulla tracciabilità. Per questo motivo i carabinieri forestali della stazione di Roccarainola, coordinati dal maresciallo Vincenzo Ferrara, hanno sanzionato (circa 1000 euro) il 50enne titolare di un supermarket nel comune di Comiziano. I militari, nello specifico, hanno sequestrato generi alimentari tra prodotti da forno pasquali (i classici casatielli “fatti in casa”) senza alcuna rintracciabilità alimentare. “Sigilli” anche a salsicce e salami sprovvisti di ogni indicazione per risalire alla filiera e diversi chilogrammi di uova fresche trovate in vendita. Quello delle uova è un fenomeno “attenzionato” in tutta l’area nolana: provenendo da allevamenti non autorizzati, sono considerate alimento a rischio sotto il profilo sanitario. I carabinieri forestali, sopratutto in questi giorni pre-pasquali, stanno monitorando le attività commerciali della provincia nord orientale di Napoli per garantire una spesa sicura al consumatore cercando di tutelare la filiera agroalimentare.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online