Comiziano e Tufino, comunità “gemellate” in marcia per la Pace

Tutti insieme in marcia per la pace. Si è tenuta ieri la “Via Crucis – Marcia della Pace” delle parrocchie di Comiziano e Tufino. Un evento che ha coinvolto e toccato le due comunità “sorelle” per la valorizzazione del territorio. In testa i parroci di Comiziano, don John Kumar, e di Tufino, don Angelo Schettino. Tra i presenti il sindaco di Comiziano, Nappi, il commissario prefettizio di Tufino, D’Angiò, gli agenti delle polizie municipali di Comiziano e di Tufino, la Protezione Civile di Comiziano, e la dirigente scolastica Sciancalepore, insieme ai docenti e agli alunni. “La Pace inizia dalla contemplazione del volto sfigurato dell’Uomo Crocifisso, Gesù, il Vivente: le sue braccia spalancate sono il segno, per i credenti e i non credenti, che si può rispondere alla violenza e all’aggressione con il perdono e la Misericordia, siamo tutti feriti e in quelle ferite possiamo rivedere i nostri fallimenti nelle relazioni e ricominciare sempre ad amare per primi” dice don Angelo Schettino.  “È bello che i fratelli vivano insieme. Lì il Signore dona la benedizione. La Via Crucis interparrocchiale è stato un evento di grazia e di vera fraternità, nella semplicità. La risposta da parte dei fedeli  è stata di gran lunga superiore alle aspettative iniziali. Grazie alle comunità parrocchiali di Comiziano e di Tufino per il loro impegno a voler “camminare insieme”, in modo “sinodale”, dopo i due anni di sosta, a causa dei contagi, per far riecheggiare il Vangelo nel cuore generoso delle donne e degli uomini del nostro territorio e crescere nell’attenzione al bene comune” commentano i due parroci.

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online