Saviano, tenta la truffa del “figlio arrestato”: preso 39enne

SAVIANO – “Buonasera sono l’avvocato di suo figlio. I carabinieri lo hanno arrestato e per uscire di carcere servono 14mila euro”. Erano le 21 e così sarebbe iniziata così la telefonata ricevuta da un 57enne di Saviano. L’uomo, complici le campagne di sensibilizzazione promosse del comando provinciale carabinieri di Napoli, non è caduto in trappola. Una volta riagganciato ha chiamato il 112 e raccontato tutto. I militari della stazione di Saviano hanno raccolto la segnalazione e pianificato tutto, lasciando che il “legale” fosse attirato in trappola. Si sono posizionati in casa della vittima e attorno alla palazzina, anche in borghese. Quando Eugenio Cicio, 39enne di Napoli, si è presentato al citofono e poi alla porta sono immediatamente scattate le manette. Sottoposto ai domiciliari, rimane ora in attesa dell’udienza di convalida. Dovrà rispondere di tentata truffa.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online