Saviano, in un capannone una fabbrica dei ricambi rubati: 5 arresti

A Saviano i carabinieri della locale stazione insieme a quelli della sezione operativa della compagnia di Nola hanno arrestato per riciclaggio e ricettazione in concorso 5 persone.

I militari sapevano che in un capannone era stata allestita una vera e propria fabbrica di smontaggio auto rubate e così è stato disposto un servizio ad hoc.

Durante l’irruzione, i carabinieri hanno trovato i 5 impegnati a martellare e a smontare. Nel capannone un’auto rubata il 20 maggio scorso a Mariglianella. Gli arrestati la stavano smontando per portar via quanti più pezzi di ricambio possibili per il mercato nero.

In un furgone una carcassa di un’auto che era stata rubata nella notte a Casoria. Rinvenuti anche 2 jammer per annullare le frequenze e un sistema di videosorveglianza utilizzato per “monitorare” la struttura da eventuali malintenzionati. I 5 sono stati trasferiti in carcere in attesa di giudizio. Sono in corso accertamenti per poter consegnare le auto ai legittimi proprietari.

GLI ARRESTATI:

Antonio Reale, 37 anni
Luigi Liguori, 51 anni, Acerra                                                                                                                                                                                                                                                                                                      Antonio Cerrone, 55 anni, Napoli
Ernesto Troise, 66 anni, Sant’Antimo
Luigi Troise, 43 anni, Giugliano in Campania.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online