Non portano droga pagata e chiama il 113: denunciato 43enne di Torre del Greco

Uomo dato alle fiamme durante videochiamata: arrestato 36enne

Tentato omicidio: è il reato che la Procura di Napoli Nord, coordinata da Maria Antonietta Troncone, contesta a Pasquale Pezzella, 36 anni, sottoposto a fermo di pm la scorsa notte nell’ambito delle indagini sull’aggressione ai danni di Nicola Liguori, dato alle fiamme mentre stava videochiamando la fidanzata.

Sulla vicenda sono in corso indagini da parte degli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Napoli e del commissariato di Frattamaggiore. Gli inquirenti classificano come un’ipotesi concreta che l’episodio sia riconducibile al furto di uno scooter.

Nicola Liguori ha riportato ustioni di terzo grado sul 45%  con ferite sulle gambe e sulle braccia, sulla regione lombare, sui glutei, schiena, dorso e sul fianco. Attualmente è ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’ospedale di Bari – intubato e sotto sedazione profonda – e rischia la vita.

Il provvedimento di fermo emesso dal pubblico ministero è giunto dopo che gli investigatori di Frattamaggiore e della Squadra Mobile di Napoli hanno raccolto le testimonianze di persone ritenute informate. Per le indagini gli inquirenti si sono avvalsi anche dell’individuazione fotografica, di ispezioni informatiche e della raccolta di informazioni dalle banche dati delle forze di polizia.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online