Camorra, chiede pizzo a ristoratore: estorsore in carcere

Avrebbe preteso dal titolare di un ristorante di Casoria il pagamento del pizzo, da “onorare” tre volte l’anno alle classiche scadenze di Natale, Pasqua e Ferragosto. E’ l’accusa a carico del 34enne Massimo Maione, arrestato dalla Polizia di Stato (Squadra Mobile e Commissariato di Afragola) per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. Il tentativo di estorsione – è emerso dalle indagini – sarebbe avvenuto nel luglio scorso; Maione è stato incastrato dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza del ristorante, che lo riprendono mentre entra e dopo quando lascia il locale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online