Cicciano, schiamazzi e danni: la protesta dei residenti di via Roccarainola

CICCIANO  (nl) – Schiamazzi, atti di mini teppismo e maleducazione fino a tardissima ora. Un disagio che va avanti da giorni nonostante le continue segnalazioni. E’ quanto sta succedendo da un po’ di tempo in via Roccarainola nei pressi del parco giochi comunale della “Madonnina”. Una situazione pubblicata anche sui canali social (con tanto di foto e orari) e resa nota anche alla stazione dei carabinieri di Cicciano che si sta già occupando del caso. “Un fastidio continuo per l’uso indiscriminato della struttura e l’abbandono di questo bel complesso sportivo, lasciato allo sbando, senza rispetto degli orari di apertura e chiusura stabiliti e ben visibili sul cartello all’ingresso (si va anche oltre la mezzanotte con rumori e schiamazzi)” lamentano i residenti. “Abbiamo avvisato e chiesto al sindaco di attuare, con l’urgenza che il caso richiede, tutti i provvedimenti tesi al rispetto delle regole e alla salvaguardia della cosa comune con vigilanza e controllo”. Una situazione al limite della sopportazione: “Il campo è troppo vicino alle abitazioni e quindi mancano le distanze previste e in più a breve sarà anche richiesto ai responsabili il costo della  riparazione di elementi delle persiane danneggiate. La struttura dovrebbe essere chiusa alle 22 come indicato all’ingresso ma si va anche oltre la mezzanotte ovvero quando gli utenti decidono autonomamente di andare via.  Nel palazzo che affaccia sul campetto ci abitano persone anziane e con patologie gravi che non consentono di sentire urla e bestemmie continue” denunciano ancora i residenti.  Anche il capogruppo di opposizione del Movimento 5 Stelle Nunzia Coppola ha scritto una doppia nota al Comune di Cicciano: “Gli abitanti della zona lamentano un uso del campo da giochi che per la sua ideazione consente ai palloni di finire nelle abitazioni dei confinanti. E’ d’uso che i campi da calcio che confinano con abitazioni e non, vengano muniti di reti di contenimento per i palloni. Sembra strano che un campo da gioco, da poco inaugurato e per il quale sono state spese cospicue somme di soldi pubblici, non abbia contemplato questo accorgimento tecnico”. “Pertanto al fine di evitare che si verifichino episodi che possano arrecare danni alle casse comunali,  invito chi di dovere a predisporre tutte le misure volte a contenere il gioco nel perimetro del campo” conclude Coppola.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online