Non portano droga pagata e chiama il 113: denunciato 43enne di Torre del Greco

Sorpreso a rubare tenta di investire agente: fermato

Scendeva da un marciapiede con l’auto carica, tanto nell’abitacolo che sul tetto, di tavole di legno e materiale edile rubati poco prima da un cantiere; è finito per questo in manette, in via Rocco Jemma a Napoli, un 38enne con precedenti penali. L’uomo, alla vista dei poliziotti del Commissariato Arenella, ha provato a fuggire, speronando la pattuglia e tentando di investire un agente, ma è stato bloccato e ammanettato per rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Nel quartiere di Forcella invece i poliziotti hanno arrestato un gambiano di 32 anni per lesioni, resistenza, ricettazione e furto in abitazione. Lo straniero è stato intercettato in auto con un complice, ha provato a fuggire provocando l’inseguimento da parte della volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, fin quando non ha abbandonato il veicolo fuggendo a piedi; ma mentre il complice è riuscito a dileguarsi, il 32enne è stato bloccato dopo una colluttazione con i poliziotti e ammanettato. In seguito a dei controlli, l’auto è risultata rubata così come la patente in possesso del gambiano.

Ad Acerra, poi, gli agenti del locale commissariato, durante un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato per tentato furto aggravato un 35enne del posto, già  noto alle forze dell’ordine, che poco prima aveva forzato la porta in vetro e la gettoniera di un distributore automatico di generi alimentari di un negozio di via Leonardo da Vinci.

La Polizia di Stato – Commissariato di San Giuseppe Vesuviano e Ufficio prevenzione generale – ha effettuato anche controlli in alcuni comuni vesuviani (San Giuseppe Vesuviano, Terzigno, Poggiomarino, Striano, San Gennaro Vesuviano e Somma Vesuviana), che hanno portato all’identificazione di 193 persone, di cui nove agli arresti domiciliari, e al controllo di 97 veicoli.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online