Fascia tricolore, Prefettura “richiama” comune Cicciano: “Ecco quando usarla”

CICCIANO (Nello Lauro – Il Mattino.it) – “La fascia tricolore può essere utilizzata da chi esercita le funzioni di ufficiale di stato civile limitatamente alla sola celebrazione del matrimonio e non anche per l’effettuazione delle pubblicazioni”.

E’, in sintesi, la risposta della Prefettura di Napoli ai dubbi sollevati dal capogruppo consiliare di opposizione del M5S Nunzia Coppola in merito all’uso improprio della fascia in alcune occasioni da parte di consiglieri ed assessori comunali. Una vicenda che ha visto il botta e risposta, via lettera, tra lo stesso consigliere comunale e il sindaco di Cicciano Giovanni Corrado.

Al riguardo, il primo cittadino, contestando quanto rilevato nell’esposto, ha sostenuto che “la richiesta di pubblicazione (promessa di matrimonio), così come la celebrazione del matrimonio, rappresentano un atto pubblico che discende da un procedimento amministrativo, pertanto rivestito dei crismi di ufficialità e pubblicità tali da consentire all’ufficiale di stato civile, al sindaco o suo delegato di indossare la fascia tricolore, senza che questo comporti un uso improprio della stessa”.

Sul punto la Prefettura di Napoli chiarisce: “Si segnala che nel caso di richiesta di pubblicazione ai sensi dell’articolo 54 del Dpr 396/2000 non è previsto l’uso della fascia tricolore, a differenza della previsione di cui all’articolo 70 del Dpr n.396/2000 che dispone l’utilizzo della fascia tricolore quando l’ufficiale dello stato civile celebra il matrimonio o costituisce l’unione civile. Si soggiunge che l’articolo1 dello stesso decreto individua al comma 3 i soggetti che possono esercitare le funzioni di ufficiale di stato civile e, in particolare, il secondo periodo del comma 3 prevede, limitatamente alla celebrazione del matrimonio, che le funzioni di ufficiale dello stato civile possono essere delegate anche ad uno o più consiglieri od assessori comunali o a cittadini italiani che hanno i requisiti per la elezione a consigliere comunale”.

“Appare evidente – si legge sulla nota pubblicata anche sul sito del Ministero – che dalla lettura delle disposizioni normative sopra citate la fascia tricolore può essere utilizzata da chi esercita le funzioni di ufficiale di stato civile limitatamente alla sola celebrazione del matrimonio e non anche all’effettuazione di atti finalizzati alla celebrazione del matrimonio come, ad esempio, l’effettuazione delle pubblicazioni”. “L’alto ruolo svolto dal sindaco impone, comunque, un corretto uso della fascia tricolore come precisato con circolare numero 5 del 4 novembre 1998. Peraltro, come evidenziato dalla Prefettura, anche alla luce delle aperture della legge costituzionale n.3 del 18 ottobre 2001 secondo cui vi è la possibilità per le autonomie locali di disciplinare, con normazione regolamentare, l’adozione dei propri segni distintivi, non si ravvisa la possibilità di un uso della fascia tricolore diverso da quello strettamente previsto dalle norme richiamate”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online