Prof di sostegno ucciso a coltellate, fermato collaboratore scolastico

Svolta nella notte sull’omicidio dell’insegnante di sostegno Marcello Toscano assassinato a coltellate e trovato nel giardino della scuola “Marino Gaurano” di Melito di Napoli. La Procura di Napoli Nord, coordinata dal procuratore Maria Antonietta Troncone, ha sottoposto a fermo per omicidio un collaboratore scolastico 54enne che è in servizio nella scuola dove il professore insegnava.

L’uomo è stato incastrato dalle immagini di videosorveglianza degli edifici limitrofi alla scuola e da tracce di sangue sui vestiti. Il provvedimento – scattato dopo un lungo interrogatorio nella caserma dei carabinieri, durante il quale non ha confessato il delitto – è stato emesso anche per evitare che stamattina si potesse recare al lavoro. Secondo quanto si è appreso il motivo del grave gesto non sarebbe riconducibile a dissidi emersi tra i due nell’ambito lavorativo.

Le indagini escludono anche questioni sentimentali oppure collegate al ruolo politico svolto dal docente. Gli inquirenti si stanno concentrando piuttosto su vicende che riguardano strettamente la vittima e il suo presunto assassino. L’uomo è ora nel carcere di Poggioreale.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online