domenica, Dicembre 3, 2023
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

spot_img

ARTICOLI CORRELATI

Circumvesuviana, ritardi dopo scoperchiamento tetto treno

Anche oggi disagi sulle linee vesuviane gestite dall’Eav: in particolare si sono registrati ritardi al momento segnalati nell’ordine di 10 minuti sulla linea Napoli – Sorrento, già interessata ieri da disagi ben maggiori dopo che la parte alta di un treno della Circumvesuviana è andata divelta, molto probabilmente a causa dell’urto con un ramo di un albero lungo la tratta Napoli-Sorrento.

La scoperta da parte degli operatori di Eav a bordo di un convoglio fermo per il normale servizio passeggeri a Castellammare di Stabia e diretto in penisola risale a ieri mattina. Ad allertare i controllori e gli utenti, l’insolito rumore che proveniva da una parte del convoglio: rumore che ha indotto il personale a procedere ad una verifica che ha portato alla scoperta dello ”scoperchiamento” di una parte della lamiera (ma non del treno, visto che la struttura interessata va a coprire quella principale dei singoli vagoni).

A tenere unita la parte danneggiata al resto del treno, una piccola parte metallica: una situazione di potenziale pericolo che ha indotto gli addetti dell’Ente Autonomo Volturno a far evacuare i passeggeri, che sono stati invitati a prendere la corsa successiva. Il mezzo è stato portato in officina riparazioni per i necessari interventi, in attesa anche di verificare cosa abbia provocato il danno.

IL COMMENTO DEL SINDACATO ORSA – “L’Eav sta provando a mettere in esercizio i treni “cabriolet”. Al di là della battuta, la verità è una sola, inequivocabile, ed è sotto gli occhi di tutti. Non viene fatta una manutenzione preventiva sui treni e neanche sulle linee ferroviarie. La sicurezza dei viaggiatori e dei lavoratori è solo una variabile dell’algoritmo della valutazione dei rischi. La realtà è che siamo diventati numeri e non più persone, cifre in un bilancio che tiene conto dell’utile economico e non di quello sociale. Siamo all’eutanasia del trasporto pubblico” scrive in una nota il sindacato Orsa.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com