lunedì, Dicembre 4, 2023
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

spot_img

ARTICOLI CORRELATI

“Sincronie di visioni”, in mostra l’irpino Vella e la ciccianese Napolitano

Una mostra d’arte contemporanea per ammirare le “Sincronie di visioni” di due artisti campani. Inaugurata il 15 aprile sarà aperta fino al 15 maggio tutti i giorni (escluso il lunedì mattina) dalle ore 11 alle 13 e dalle 17 alle 19 nel castello ducale di Bisaccia che ha aperto il suo spazio espositivo a Celeste Napolitano e Generoso Vella: la mostra d’arte accoglie i linguaggi visivi dei due pittori, per la prima volta insieme per proporre nuove forme di lettura della realtà, attraverso rievocazioni ed esperienze personali, con opere che dialogano tra loro e che evidenziano una comune sensibilità e grande forza espressiva.

Napolitano e Vella danno vita a un percorso duplice di visioni comuni e a un’unica sinergica sperimentazione che mette la memoria e la contemporaneità al centro dei loro quadri. Ogni loro opera è frutto di una ricerca che passa attraverso frammenti di quotidiano che raccontano di un’umanità sempre di corsa, senza relazioni e col bisogno di ritrovare uno spazio e un tempo in cui soffermarci per pensare e comunicare con gli altri.

Celeste Napolitano, biologa 35enne di Cicciano, fin da adolescente artista innata dalla personalità eclettica, sviluppa il proprio amore per l’arte nella bottega del padre maestro artigiano, dove incontra vari artisti. La sua carriera artistica inizia vincendo il primo premio al concorso “L’ambiente è la nostra casa”, campagna di sensibilizzazione a cura de “L’informambiente”; ottiene vari altri riconoscimenti fino al primo posto ottenuto all’estemporanea “Carbonara dipinta” organizzata a Carbonara di Nola nel 2022. L’artista propone sia opere astratte sia tele su dipinti in cui figurazioni evocative ci riportano ad un’interpretazione della realtà attraverso segni istintivi, figure naturali e antropomorfe dove il colore acrilico invade lo spazio e i soggetti puntando dritto all’animo dell’osservatore. La sua particolarità è da ricercare nella tecnica utilizzata: l’artista ciccianese raramente utilizza i pennelli preferendo sperimentare diversi strumenti e materiali con cui crea le sue opere.

Generoso Vella, irpino, filologo e presidente dell’associazione culturale “Nel segno dell’arte”, ha esposto in diverse città italiane (Roma, Genova, Salerno, Caserta, Firenze, Napoli, Venezia) e straniere (Turchia, Portogallo, Grecia, Francia, Costarica, Venezuela), mentre delle sue opere sono sulla copertina di alcuni libri pubblicati dalla casa editrice Franco Angeli. Nel 2019 ha ricevuto a Ravello il premio “Pabula Amoris” e nel 2020 il premio internazionale “Kalos 2020”. La sua arte, riconducibile al Cubismo, è caratterizzata dalla scomposizione graduale dei soggetti finalizzata a cogliere quell’armonia geometrica che è alla base dell’equilibrio e della perfezione della natura.

“Una mostra bipersonale di grande prestigio – spiega Giuseppe Ciani, assessore delegato del comune di Bisaccia – nel solco degli eventi d’arte contemporanea in programma per l’anno in corso volti alla promozione delle potenzialità attrattive del complesso castellare e museale della nostra comunità. Siamo lieti di ospitare le opere degli artisti Napolitano e Vella, attraverso la cui lettura possiamo ritrovare le ragioni per prendere consapevolezza di noi stessi riconciliandosi col passato, illuminando il presente e riflettendo sul futuro che desideriamo”.

 

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com