venerdì, Dicembre 8, 2023
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

spot_img

ARTICOLI CORRELATI

Pomigliano, bomba sotto auto: danneggiati palazzina e farmacia

Paura nella serata di ieri a Pomigliano d’Arco. Un ordigno artigianale, posizionato sotto una Fiat Panda in uso ad un 26enne del posto, è stato fatto esplodere in via De Nicola. L’esplosione ha distrutto la parte anteriore del veicolo e frantumato la porta di ingresso della palazzina vicina e una finestra di un locale occupato da una farmacia. Non ci sono feriti.

I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Castello di Cisterna sono intervenuti sul posto. Indagini in corso per chiarire la dinamica.

“A Pomigliano d’Arco c’è un chiaro ed evidente problema di sicurezza e controllo del territorio. Ieri sera si è sfiorata la strage”. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, Valeria Ciarambino, commentando l’esplosione, avvenuta ieri sera. Secondo Ciarambino occorrono sul territorio maggiori controlli delle forze dell’ordine e il potenziamento della videosorveglianza per la quale sono stati stanziati fondi nazionali. “Ne parlerò con il sindaco neoeletto – ha aggiunto – poche settimane fa ho incontrato il comandante provinciale dei carabinieri e prima di lui il Prefetto di Napoli, ai quali ho descritto la situazione che si vive nella mia città e la percezione di insicurezza che è sempre più diffusa tra i cittadini, chiedendo controlli maggiori delle forze dell’ordine e l’incremento del personale nella caserma dell’Arma. Questo ennesimo vile episodio di criminalità rafforza ancor di più quanto già affermato: pomigliano ha un serio problema di sicurezza”. Il sindaco, Lello Russo, ha sottolineato di confidare nel “lavoro prezioso di carabinieri, polizia di Stato e guardia di finanza per assicurare i responsabili alla giustizia ed accertare le responsabilità di quanto accaduto”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com