mercoledì, Luglio 24, 2024
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Cicciano, festa Repubblica: Comune dona Costituzione ai neo 18enni

CICCIANO – Incontrare i giovani per celebrare insieme il 77° anniversario della festa della Repubblica Italiana. È con questo spirito che stamattina il sindaco di Cicciano Giuseppe Caccavale insieme al consigliere delegato alla Pubblica Istruzione Maria Biondo e a tutti gli amministratori comunali presenti hanno incontrato in piazza Mazzini i neo maggiorenni che, al termine delle celebrazioni, hanno ricevuto una copia della Costituzione italiana ed una pergamena ricordo.

Alle 10 i diciottenni hanno intrattenuto una chiacchierata informale con il primo cittadino sull’importanza di questa data per ricordare il referendum del 2 giugno 1946 con il quale il popolo italiano scelse di passare dalla monarchia alla repubblica; subito dopo hanno dato vita alla cerimonia dell’alzabandiera. Poi è stata la volta della consegna della costituzione: ognuno dei giovanissimi cittadini presenti ha ricevuto la costituzione e la pergamena (chi dei 58 neo diciottenni stamattina non è potuto intervenire potrà riceverle nei prossimi giorni ) dalle mani del sindaco e degli amministratori comunali.

“La Costituzione è la nostra carta, la carta delle nostre coscienze – ha ricordato Caccavale ai giovani – che contempla tutti i nostri diritti, libertà personale, libertà di pensiero, lavoro. È importante conoscerla bene, per questo invito ognuno di voi ad un’attenta lettura in modo da fare vostri gli aspetti che più vi interessano”. “Con questo dono intendo salutare il vostro ingresso da maggiorenni nella nostra comunità – ha esordito la delegata alla Pubblica istruzione Biondo – ed invitarvi ad essere partecipi della vita sociale, culturale e politica di Cicciano, divenendone protagonisti attivi”. “Una comunità che voglia essere aperta ed inclusiva si basa sui principi e valori fondamentali della Repubblica italiana: lavoro, uguaglianza, libertà, democrazia, solidarietà, giustizia”, ha concluso Biondo.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com