Il sogno di Mario Sgambato: tornare a stupire sui campi di calcio

Sgambato con Cavani

Sgambato con Cavani

VISCIANO (Salvatore Ioime) Nel calcio, come nella vita, non è sempre tutto rose e fiori. Ci sono periodi negativi in cui bisogna  stringere i denti ed essere forti per rialzarsi velocemente. Questa fase racchiude lo sfortunato percorso calcistico di Mario Sgambato, ex centrocampista di Napoli e Vicenza, che da un anno è ormai fermo. Originario di Visciano, Sgambato, classe 1994, inizia a muovere i primi passi nel Napoli arrivando a totalizzare 7 presenze nella Primavera azzurra. Nel 2012 il Vicenza nota le sue qualità e lo porta in Veneto con la formula della comproprietà aggregandolo con la Primavera biancorossa dove arriva a collezionare 8 presenze. Il giovane centrocampista napoletano, però, non riesce a a fare quel salto di qualità che tutti si aspettavano che facesse anche a causa di un brutto infortunio che lo tiene fuori dal terreno di gioco per tanto tempo. Ora Sgambato è in cerca di una nuova sistemazione ed ha già iniziato ad allenarsi: “Il mio sogno, come tutti i ragazzini, era quello di continuare col Napoli anche in prima squadra. Durante il mio passaggio in comproprietà al Vicenza, avevo problemi ad un ginocchio che non riuscivo a risolvere da tempo e ho dovuto così riccorrere all’operazione perdendo così un anno, quello più decisivo. I rimpianti sono tantissimi, ma sono ancora giovane e l’unica cosa che ora desidero è quella di rimettermi in gioco e di recuperare velocemente gli anni persi. Futuro? Non c’è stato ancora contatto con qualche squadra, ma a breve uscirà qualcosa. Per chi non mi conosce, sono un centrocampista completo che abbina potenza fisica alle qualità tecniche. Il consiglio che posso dare ai ragazzi è di giocare a calcio soprattutto per passione facendo tanti sacrifici ogni giorno”. Resettare il passato per tornare a splendere in futuro. E’ questo l’obiettivo di Mario Sgambato.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com