Pollena Trocchia: un rombo di motori per ricordare Enzo Liguori

Enzo Liguori

Enzo Liguori

motoraduno_liguori_V

POLLENA TROCCHIA –  Si terra domenica 4 ottobre la quinta edizione del Memorial Motoraduno “Vincenzo Liguori”. L’associazione Liberi Pensieri di Pollena Trocchia organizza l’evento in ricordo del meccanico vittima innocente della criminalità. Come ogni anno, confluiranno sin dalle prime ore del mattino nel paese vesuviano centinaia di motociclette, vespe e scooter provenienti da tutta la regione. Hanno già dato la propria adesione, tra gli altri, i Vespa Club Pomigliano (che partecipa sin dalla prima edizione all’organizzazione dell’evento), Napoli, Maddaloni, Canosa, Caserta, Somma Vesuviana, Polvica di Nola, San Giovanni a Piro e molti altri. Saranno ancora una volta presenti i bikers del club Ducati. Un minuto di silenzio. Un rombo di motori. La partenza. Una mattinata tra le due ruote per ricordare Vincenzo Liguori, vittima innocente della criminalità, ucciso da un proiettile vagante a San Giorgio a Cremano il 13 gennaio 2011 mentre era al lavoro nella sua officina. “Il nostro impegno – ha dichiarato Gianni Ognibene, presidente dell’associazione “Liberi pensieri” –  è innanzitutto volto al ricordo della persona, all’instancabile lavoratore che era Vincenzo Liguori. L’associazione si impegna da cinque anni in questa manifestazione anche per la solidarietà alla famiglia e per la denuncia a tutte le illegalità. Questo deve contraddistinguere il motoraduno in ricordo di Vincenzo”. Raduno alle 8.30 presso l’area mercatale in via Esperanto. Alle 10.30 il via alla gara di lentezza che vedrà la conclusione nell’area del Carcavone. Alla manifestazione prenderanno parte, come ogni anno, delegazioni del Coordinamento familiari vittime di criminalità e della web radio della legalità Radio Siani.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online