Torre Annunziata, donna pestata per storia clandestina con un pregiudicato: 7 arresti

TORRE ANNUNZIATA – I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale oplontino su richiesta della Procura, nei confronti di 7 persone ritenute responsabili di una rapina e di un pestaggio ai danni di una donna 45enne, per una relazione extraconiugale da lei intrattenuta con un noto pregiudicato. Sei dei sette arrestati sono familiari: la moglie dell’uomo, 4 figlie e 1 figlio. A finire agli arresti domiciliari: Vittorio Nappi, Salvatore Iovene, Anna De Simone, Patrizia Iovene, Annunziata Iovene, Miriana Iovene e Valeria Iovene. In particolare nei confronti di Vittorio Nappi e Salvatore Izzo il provvedimento restrittivo è stato emesso per il delitto di rapina e per il reato di lesioni aggravate. A carico delle donne invece l’ordinanza cautelare è stata adottata in quanto concorrenti nei reati di detenzione e porto illegali di arma da fuoco. L’attività investigativa ha tratto origine dalla denuncia di una donna che riferiva di aver subito nell’aprile u.s. una rapina da parte di due giovani, i quali le sottraevano con violenza l’autovettura a lei intestata. Le indagini permettevano di accertare l’identità dei due responsabili dei reati di rapina e lesioni personali, nonché di individuare cinque donne, tutte dello stesso nucleo familiare, le quali nelle fasi concitate degli eventi, si erano recate dalla vittima armate di pistola, per aggredire e minacciare la donna. I reati in contestazione si collocavano nel solco di una escalation di violenze fisiche e verbali che la persona offesa aveva subito per la relazione proibita.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online