Napoli, nasconde cocaina purissima nel bucato: arrestato 44enne

Ieri pomeriggio i poliziotti del Compartimento Polizia Ferroviaria Campania, hanno proceduto all’arresto per spaccio di M.E., napoletano 44enne  a seguito di un’attività di indagine finalizzata alla repressione  dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle adiacenze della stazione ferroviaria  di Napoli Centrale. L’investigazione è scaturita dopo aver notato, negli ultimi tempi, un andirivieni sospetto di persone, note consumatrici di stupefacenti, che dalla stazione si dirigevano verso un appartamento non lontano da Napoli Centrale. I poliziotti delle Squadre di Polizia Amministrativa e Giudiziaria Compartimentali, oltre a procedere di volta in volta a controllare e sanzionare i soggetti trovati in possesso di sostanza stupefacente nei pressi di quel palazzo, hanno subito attivato mirati servizi di appostamento per monitorare i movimenti verso quell’abitazione. Gli agenti hanno così avuto modo di osservare che sul balcone due persone  uscivano spesso e  armeggiavano con il bucato steso, anche in giornate piovose quando sarebbe stato sconsigliato stendere i panni. Ieri pomeriggio è scattata la perquisizione domiciliare a seguito della quale sono stati  rinvenuti 120 grammi di cocaina all’interno di una felpa stesa tra il bucato ad asciugare, intrisa di detersivo, in maniera tale da confondere l’olfatto di eventuali cani antidroga. Cocaina purissima, che, tagliata in 700/800 dosi, avrebbe fruttato un guadagno davvero ingente. All’interno dell’appartamento, nel quale sono stati rinvenuti anche  due bilancini di precisione ed altro materiale utile al confezionamento, era presente anche un cane “in calore”, espediente usato per  “distrarre” eventuali unità cinofile. M.E. è stato arrestato per il reato di spaccio e accompagnato al carcere di Poggioreale in attesa della convalida.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online