Torre del Greco, voto di scambio: 4 arresti, ci sono un consigliere ed ex assessore

Un vero e proprio terremoto. Quattro arresti domiciliari e un divieto di dimora nel comune di Torre del Greco sono stati notificati stamattina dai carabinieri nell’ambito di una indagine coordinata dalla Procura di Torre Annunziata sulla presunta compravendita di voti in occasione delle elezioni amministrative del giugno 2018 nella città corallina. Gli indagati, secondo gli inquirenti, fanno parte di una organizzazione criminale che si sarebbe adoperata per acquistare voti in favore di Mario Buono, successivamente eletto nella lista civica “Forza Torre”, in cambio di generi alimentari, denaro e promesse di posti di lavoro nell’ambito dei progetti regionali “Garanzia Giovani” e “Fila”. I destinatari delle misure degli arresti domiciliari sono il commercialista Simone Magliacano, il consigliere comunale Mario Buono (nella foto) , Gennaro Savastano e Vincenzo Izzo. Questi ultimi due si sarebbero occupato materialmente della compravendita. Il divieto di dimora è stata emesso nei confronti di Gianluca Melluso, anch’egli incaricato della compravendita.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online