I Gigli e l’infiltrazione della camorra, il Vescovo: “Mettere dei paletti”

Il vescovo di Nola Beniamino Depalma

Il vescovo di Nola Beniamino Depalma

NOLA- ”Non bisogna demonizzare la festa che ha contenuti religiosi, sociali e culturali”. Lo ha detto il vescovo di Nola, monsignor Beneamino Depalma, in relazione allo svolgimento della Festa dei Gigli che si celebra alla fine del mese di giugno. Depalma, in occasione della presentazione del documento, realizzato dalla Conferenza episcopale campana, che detta le regole per l’organizzazione di feste religiose, ha sottolineato che ”togliere la festa significa penalizzare tutta la citta”’. Il tema di possibili presenze malavitose in occasione della preparazione e dello svolgimento della Festa, secondo il Vescovo, si risolve ”stando vicino all’evento e lavorando per orientare e purificare la festa”. Il Vescovo ha evidenziato che esistono ”molti paletti per verificare la trasparenza dell’organizzazione, paletti – ha detto – che ci danno la tranquillita’ per andare avanti”.

Fonte Ansa

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com