Latitante con la passione per il fitness, presunto camorrista trovato in una mansarda con palestra

CALVIZZANO- Un rifugio trasformato in palestra, lì lo hanno trovato i carabinieri. Andrea Chianese, considerato un elemento di spicco del clan partenopeo degli Amato Pagano, si era ricavato il rifugio della latitanza in una mansarda al quarto piano di uno stabile di Calvizzano, in provincia di Napoli. Evidentemente non voleva perdere la sua forma fisica mentre si nascondeva. Oltre alla piccola palestra, nella mansarda l’uomo teneva anche le foto dei familiari. Ha dovuto lasciare il suo buen retiro da latitante dopo il blitz dei carabinieri della Compagnia di Giugliano che erano sulle sue tracce dal 19 maggio del 2009 quando fu raggiunto da una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli che gli contestava il reato di associazione di tipo mafioso e la partecipazioe dal marzo 2006 al febbraio 2009 a delitti contro la persona e contro il patrimonio nonché  reati finanziari (omicidi, estorsioni, detenzione porto illegali di armi, riciclaggio e reimpiego di denaro provento di delitto) attività che – secondo gli investigatori – aveva svolto nei comuni di Melito e Mugnano per portare aventi gli affari illeciti del citato sodalizio criminale. Ora si trova in carcere a Poggioreale. Sena palestra.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com