Rispolveriamo il cuore, il messaggio d’amore del Premio Carpine. Stasera la premiazione

 

premiocarpine2

 

 

 

 

di Paola Litto

VISCIANO- “Bisogna rispolverare la mente ogni tanto, e pensare a quelle cose come l’amore per i propri genitori che sembrano scontate, ma non lo sono”. Rispolverare la mente, e rispolverare il cuore. Questa una delle frasi più efficaci, pronunciata dal dottor Nicola Toscano, psicologo e presidente del Movimento apostolico ciechi nel corso del convegno dedicato alla famiglia nel corso del Premio Carpine D’Argento, arrivato alla sua quarta edizione. Presso la Chiesa di San Sebastiano, bellissima struttura del 600 recuperata dall’amministrazione ed ottenuta in comodato d’uso “sia per il culto che per la cultura”, si è parlato del tema della famiglia nelle sue diverse sfaccettature. L’incontro è stato anche la prima sortita ufficiale del nostro quotidiano on line Il Giornale Locale.it, invitato dal professor Fioravante Meo, deus ex machina della manifestazione. Moderato dal condirettore di GL Bianca Bianco, il convegno ha avuto relatori di eccezione. Il sindaco Pellegrino Gambardella in una appassionata disanima del ruolo dei comuni per la risoluzione delle problematiche sociali, ha sottolineato: “Oggi si assiste ad una disgregazione del tessuto sociale, ma io sogno una famiglia allargata, fatta di amici, vicini di casa, volontari, amministratori, chiesa, persone comuni, che costituisca una solida rete contro i disagi e la povertà”. Da questo intervento, sono scaturite le riflessione degli altri convenuti, rappresentati di mondi diversi ma uniti nella battaglia contro la disgregazione dell’unità familiare, contro la perdita dei valori. E così Madre Nunzia Gentilcore, Superiora delle Piccole Apostole della Redenzione, che ha raccontato come è cambiato oggi il punto di vista sulla famiglia, sopraffatto dall’individualismo e dall’egoismo sociale. Il dottor Nicola Toscano, che ha toccato le corde del cuore dei presenti spiegando in maniera semplice ma efficace perché bisogna recuperare quel patto generazionale, quell’amore di coppia, quella coesione familiare che oggi calpestiamo inseguendo valori fugaci. Infine don Lino Sibillin, missionario della Divina Redenzione che opera ad Amarostica, in Veneto, ha illustrato il suo lavoro “sul campo” per “salvare” le coppie dalla dissoluzione del vincolo d’amore, fiducia e rispetto. Una serata di buoni sentimenti e begli obiettivi, cui ha fatto da corollario il messaggio dell’assessore regionale al Welfare Ermanno Russo (non presente a causa del ballottaggi), affidato a Carlo Rufino: “Più attenzione alla famiglia da parte della Regione- ha scritto-, più programmazione, meno interventi a pioggia. Assistere le famiglie in difficoltà deve partire soprattutto da questo”.

Questa sera dalle 20 presso il Villaggio del Fanciullo in via Camaldoli si terrà la serata finale con premiazione del Premio Carpine d’Argento- Cortifestival. Interverranno il deputato e presidente onorario del premio, Paolo Russo; il sindaco di Visciano Pellegrino Gambardella, la referente comunale per il premio Virginia Palmese; il presidente del Comitato festa Pellegrino Corbisiero; lo sponsor della manifestazione Palmira Serino. La serata sarà allietata dalle melodie dei Maestri Antonio e Salvatore Siano e dalla presentazione affidata a Nicola Santorelli e Mimmo Napolitano. 

Print Friendly, PDF & Email