Società nolana “fantasma” truffava l’Iva con un giro di fatture false, denunciato 40enne

NOLA- TERNI- Indagini della Guardia di Finanza di Terni, nelle Marche, anche a Nola per una presunta truffa al fisco. L’operazione prende le mosse proprio dalla città dei Gigli, dove sarebbe stata costituita una società con sede però nella Repubblica di San Marino. Tale società rivendeva merce con fattura ad una società di Terni, con prezzo pari al costo della merce più Iva. Peccato che la società nolana non esistesse e non assolvesse l’Iva all’importazione. Mentre la società terzana rivedeva la merce direttamente da San Marino, senza pagare l’Iva. Insomma, un giro di fatture false che ha portato ad evadere un milione di euro di Irap, 175mila euro di Iva e 876mila euro di elementi negativi di reddito non deducibili. La guardia di Finanza ha scoperto il trucco fiscale ed ha denunciato un ternano 40enne, titolare dell’azienda specializzata nel commercio di prodotti hi-tech. La società nolana invece era già “dissolta” proprio per consentire la truffa (così come il credito erariale che avrebbe dovuto versare per l’Iva non assolta). L’indagine, avviata lo scorso anno, è stata condotta dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Terni in collaborazione con i colleghi di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com