Autovelox Comiziano, la protesta arriva al Comune – LE FOTO

AVELLA/COMIZIANO- Un pacifico corteo di automobilisti (più di cento) ha sfilato questa mattina lungo la Nazionale delle Puglie in direzione Nola. Una marcia al rallentatore verso quello che è diventato in breve tempo un nemico per i conducenti del Baianese e dell’area nolana: l’autovelox installato sulla 7bis dall’Anas e dal Comune di Comiziano.

Gli arrabbiatissimi conducenti si sono dati appuntamento al Mambo Cafè questa mattina alle 10; dopo una riunione operativa in cui si sono confrontati i diversi membri del Comitato di protesta (fondato dall’ingegnere Angelo Sorice) e che ha visto anche la partecipazione della consigliere comunale di minoranza al Comune di Baiano GIna Conte, si è deciso di avviare una petizione in tutti i Comuni del Mandamento.

Dopo il summit, il corteo ha sfilato a passo di lumaca, raggiungendo pacificamente il Comune di Comiziano. Nel corso della manifestazione alcuni automobilisti sono stati redarguiti da una pattuglia della Finanza che chiedeva di aumentare la velocità. Una richiesta paradossale, visti i motivi della protesta. In ogni caso la lunga sfilata di auto ha raggiunto il piccolo centro del Comune, annunciata da clacson e slogan. Poi tutti si sono radunati sotto il Comune di Comiziano in attesa di un incontro col sindaco Paolino Napolitano.

Il clima era molto concitato. Tra i presenti c’è chi è stato multato fino a cinque volte, chi ha preso due multe in un’ora. Ci sono disoccupati, ragazzi con un lavoro precario, madri di famiglia. Tutti arrabbiati: “Questo Comune vuole fare cassa con i nostri soldi- protestavano. Al loro fianco, per incontrare il sindaco di Comiziano, anche quello di Sperone Marco Alaia.

Alla fine il summit c’è stato. Il primo cittadino comizianese ha assicurato la convocazione di un tavolo tecnico con le parti coinvolte, compresa la società che ha installato l’autovelox. Il sindaco di Sperone ha consigliato la presentazione di un esposto in autotutela per chiedere il ravvedimento operoso dell’ente.

Nei prossimi giorni ci saranno novità importanti, la vicenda è seguitissima anche su facebook nel gruppo fondato da Angelo Sorice e che ha totalizzato 1500 adesioni in pochi giorni. I cittadini si sentono “vessati” dall’autovelox, lo ritengono non legittimo e sperano non sia un modo per lucrare da parte di un Comune, quello di Comiziano, che ha gravi problemi economici.

guarda le foto:

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com