Nasce la pizza “festa dei gigli”, accordo tra Comune e “Rosso pomodoro”

NOLA- Sul menù di Rosso pomodoro, una delle catene di pizzerie italiane più conosciute al mondo, c’è già spazio per uno squarcio di area nolana grazie alla pizza “Mariglianella”, presidio slow food, prelibatezza farcita  con mozzarella, salsiccia napoletana, sautè di “papaccelle napoletane” saltate con olive nere e capperi. Da dicembre, però, tra le pizze proposte ci sarà ancora più aria nolana. Nasce infatti la pizza “festa dei gigli di Nola”, una delizia per il palato ma anche per gli occhi di chi ama la ballata eterna. In base ad un accordo commerciale siglato tra il Comune di Nola e la “Rossopomodoro”, infatti, da dicembre prossimo (in coincidenza con il conferimento del sigillo Unesco) e per quattro mesi, sui menù della catena gastronomica comparirà una pizza, fatta di ingredienti al 100% campani, che celebrerà la tradizione nolana. Ma non solo. In base al protocollo di marketing, su ogni menù della Rosso pomodoro comparirà, sempre per cinque mesi, il logo del giglio di Nola. L’accordo è stato siglato dallo stesso sindaco Geremia Biancardi con Franco Manna, proprietario di Rossopomodoro, che si sono incontrati alcune settimane fa nel corso di una premiazione avvenuta proprio a Mariglianella. “E’ un modo per far conoscere la festa in tutto il mondo- spiega Biancardi a ilgiornalelocale.it-, i menù di Rosso pomodoro sono gli stessi in tutto il mondo, quindi il logo del giglio e la pizza dedicata alla festa valicheranno gli stretti confini nazionali con un sicuro ritorno di immagine”.

La catena Rossopomodoro fa parte del gruppo imprenditoriale “Sebeto”, nato nel 1988 e che ha come missione anche la diffusione della gastronomia campana e partenopea in tutto il mondo. Oggi il gruppo vanta aperture all’estero in tutto il mondo, da Londra a Madrid, da New York a Il Cairo, persino nella islandese Reykjavik ed a Tokio. Un marchio che fa letteralmente il giro del mondo e che da dicembre avrà come ‘compagna di viaggio’ anche la festa.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online