Cicciano, Galluccio archivia la Coppa: “Pensiamo al campionato”

di Saverio Quatrano

CICCIANO –  Due giorni dopo la bella vittoria di coppa Italia del Cicciano in casa del Rione Mazzini (Rione Mazzini 0-Cicciano 1), è intervenuto sulle nostre pagine il mister biancorosso Angelantonio Galluccio, che raggiungerà alla prima gara di campionato col Sant’Antonio le cento panchine biancorosse.

Al di là del risultato, il Cicciano ha dimostrato di essere in ottima condizione fisica. Può ritenersi soddisfatto del lavoro svolto durante la preparazione dal suo staff?

“Il lavoro dei miei collaboratori si è subito visto in campo, fisicamente siamo freschi e non abbiamo accusato alcun calo. Dopo settanta minuti su un campo in pessime condizioni e con un caldo asfissiante ,correvamo ancora come il primo minuto. Sono contento della preparazione del prof Meo, avrà un futuro brillante”.

Sgambati ha esordito ottimamente, disimpegnandosi da prima punta, ruolo non propriamente suo visto che ha sempre giocato da seconda punta. Si aspettava un impatto cosi devastante dell’ex Marilus?

“La scelta di Sgambati è stata fatta sulla convinzione che ci può dare tantissimo. E’ sempre stato un mio giocatore preferito, mi ha sempre impressionato per l’enorme mole di lavoro che svolgeva alla Marilus. Oggi finalmente fa parte della nostra rosa, ha realizzato un gol bellissimo, e anche se ha giocato in un ruolo non suo , il ragazzo si adatta e si impegna sempre con grande dedizione. Sono contento per lui per aver segnato dopo pochi minuti, in coppia con Apicella farà benissimo”.

A centrocampo ha esordito il centrocampista classe 1996 Ciro Tedesco. Soprattutto nella ripresa ha mostrato di essere pronto per questo campionato. Un suo giudizio a riguardo.

“Ciro ha già esordito lo scorso anno in eccellenza, è un ragazzo che si impegna tantissimo ed è motivatissimo, vuole fare bene ed ha tutte le possibilità. Il primo tempo l’ho impiegato interno destro con Marano interno sinistro, il secondo tempo ho invertito gli interni e abbiamo giocato un buon calcio. Ciro ha fatto bene, ha una grandissima personalità, mi piace tantissimo”.

In vista del Sant’Antonio pensa di recuperare Apicella?

“Lello sta lavorando intensamente, ma di certo non può essere paragonato agli altri del gruppo che stanno lavorando da molti giorni. Lui per motivi di lavoro ha iniziato a lavorare in netto ritardo, valuteremo in settimana. Sabato ho deciso di farlo lavorare, come ha lavorato anche domenica. Archiviata la prima giornata di coppa, inizieremo a pensare alla prima giornata di campionato, sperando di recuperare al più presto anche Dell’Anno alle prese con un infortunio”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online