Incastrata banda di scassinatori georgiani, ma la mente era una donna napoletana

NAPOLI- Tredici ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei componenti di una banda di malviventi dedita ai furti in abitazione. Il ‘colpo’ investigativo è stato siglato dalla Polizia di Stato che ha indagato su una serie di raid in casa avvenuti nelle province di Salerno, Napoli, Latina, Avellino, Benevento, Campobasso, Palermo e Trapani. Secondo le indagini delle divise blu, la banda sarebbe composta da georgiani, la maggior parte dei quali clandestini, ma la ‘mente’ era una 54enne napoletana.

Il gruppo di ladri era organizzato come una vera e propria organizzazione. La donna sava il proprio contributo logistico ai colpi, mettendo a disposizione auto o alloggi. I georgiani si ‘allenavano’ a scassinare serrature, seguendo dei veri e propri training.

Oltre ai furti contestati nell’ordinanza, numerosi altri sono stati sventati nel corso delle indagini, e in diverse occasioni gli autori sono stati arrestati in flagranza di reato con sequestro di refurtiva ed arnesi da scasso. Già nei mesi scorsi, l’attività investigativa e di contrasto ha determinato una sostanziale diminuzione del fenomeno: a Salerno i furti in abitazione nel secondo quadrimestre dell’anno sono diminuiti di circa il 50% rispetto al primo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online