Parcheggiatori abusivi e fiorai senza licenza al cimitero, maxi multa per i figli di due dipendenti comunali

cimiteroCICCIANO- Una vera e propria estorsione. Un euro e cinquanta centesimi per lasciare la propria auto davanti il cimitero di Cicciano ed andare a visitare i defunti. Anche quest’anno, in occasione di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti, non sono mancate scene di “ordinaria” illegalità nei pressi dei camposanti dell’area nolana. La terra consacrata sotto cui riposano i nostri congiunti non ferma il mercato dell’abusivismo. Non ha fatto eccezione il cimitero ciccianese dove però la tariffa, di fatto estorta da parcheggiatori non autorizzati, era di un euro e cinquanta. Molti gli automobilisti che, per non far storie, hanno concesso l’esoso obolo. Proprio per contrastare questa pratica, è intervenuta una task force di carabinieri e polizia locale che ha effettuato controlli anche sui venditori di fiori. Sanzionati 5 parcheggiatori abusivi: per loro una multa da 770 euro a testa. Mentre tra i 15 esercenti controllati dalle forze dell’ordine 2 commercianti sono stati sanzionati. La particolarità è che si tratta di figli di dipendenti comunali  (un amministrativo e un vigile urbano):  il primo non aveva alcuna autorizzazione mentre il secondo non aveva il permesso per il suolo pubblico. Sono stati sanzionati con due verbali da 8000 euro complessivi mentre i fiori sequestrati sono stati donati alla parrocchia.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online